Anm: amministrazione straordinaria, nominati tre commissari

2 min read

Uno spiraglio di luce per l’Anm, l’azienda di mobilità partenopea.

Il giudice Lucio Di Nosse, presidente della VII sezione del Tribunale fallimentare di Napoli, ha firmato il decreto con cui si da’ il via libera al procedimento di ammissione al concordato preventivo per l’Azienda napoletana mobilità (l’Anm aveva depositato la richiesta in Tribunale lo scorso 22 dicembre).

Il giudice delegato che guiderà l’intera procedura è Stanislao De Matteis, insieme con i tre commissari nominati col decreto: sono i due commercialisti Massimo Di Pietro e Maria Caputo ed il giurista Giacomo D’Attorre.

Giudice e commissari si occuperanno dell’amministrazione straordinaria di Anm e affiancheranno l’amministratore unico Ciro Maglione che si occupera’ invece della gestione ordinaria.

L’Anm ha ora 120 giorni per presentare il piano di rientro con il registro dei debiti-crediti da sottoporre ai creditori che dovranno accoglierlo o meno. Dopodiche’, il tribunale dovra’ decidere se approvare l’ipotesi di piano di concordato.

C’è speranza affinchè l’Anm non fallisca e piano piano si restituisca a una metropoli importante come è Napoli un servizio pubblico di trasporto degno e si garantisca efficienza e risparmi.

Comments are closed.