Home Economia Berlusconi incassa un sì: “La doppia moneta può rilanciare l’Italia”

Berlusconi incassa un sì: “La doppia moneta può rilanciare l’Italia”

4 min read
0

 

Lira ed euro possono circolare insieme: la doppia moneta proposta da Silvio Berlusconi promossa da Market Watch, sito di finanza che fa parte della galassia del Wall Street Journal.

L’idea della moneta parallela, una nazionale per le transazioni domestiche ed una comune per le transazioni internazionali, piace ai partiti di centrodestra anche se trova una bocciatura dall’Europa e dall’establishment. Tuttavia secondo il sito di alta finanza se dovesse succedere “l’Italia potrebbe rapidamente diventare una delle più appetibili economie nel mondo”.

Dall’adozione dell’Euro l’economia italiana ha registrato una disoccupazione all’11%, il debito pubblico al 133% del prodotto interno lordo, e disoccupazione giovanile al 35% mentre della banca centrale europea sono arrivati aiuti per 2mila miliardi di euro.

Perché la doppia moneta potrebbe non funzionare

Scrive Market Watch: “Molti economisti diranno probabilmente che non funzionerà. Che nessuno accetterebbe le nuove banconote e monete. Che non ci sarebbe alcuno scambio con quelle internazionali, e la sua valutazione andrebbe a picco come una pietra, rendendola poco attrattiva. Che non avrebbe nessuna banca centrale, e che nessuna banca accetterebbe depositi con quella moneta. Ovvero, che diventerebbe irrilevante in pochissimo tempo”

A queste obiezioni replica Matthew Jynn: “Se (questa moneta) fosse sostenuta dal governo italiano, avrebbe una credibilità immediata – dal momento che lo stato italiano rappresenta il 40% del prodotto interno lordo, quasi la metà di quello di una economia che utilizzerebbe la nuova moneta dal giorno uno”. Non solo, se diamo per buono che si svaluterebbe velocemente sull’euro, e immaginando anche che la maggioranza degli stipendi sarebbe pagata con la nuova moneta, ci sarebbe una svalutazione competitiva immediata nei confronti del resto dell’eurozona”.

E questa svalutazione, si dice certo il giornale, “potrebbe rilanciare la competitività e far crescere l’economia di nuovo e le grandi aziende potrebbero usare l’euro a livello internazionale, e così anche i mercati finanziari. Ma gradualmente l’Euro  svanirebbe nella vita quotidiana degli italiani”.

“Una moneta parallela sarebbe un’ingegnosa fuoriuscita da una moneta germanocentrica, perché l’italia ha delle sue prerogative sul mercato internazionale, non solo pizza e gelato, ma anche design, tecnologia, media e arte. Se venisse fatta l’Italia tornerebbe a correre, anche se non immediatamente”.

 

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Economia
Comments are closed.

Check Also

Colpi di fucile a Capodanno, coppia incastrata da video su Fb 

E’ stato un video postato su Facebook a incastrare una coppia di coniugi di Casoria …