Congresso Pd Napoli, verso il “grande rilancio” di Enzo Cuomo

2 min read

di Sossio Barra

Sembra ormai tutto scritto. E’ solo questione di giorni. Dall’elezione del nuovo segretario del Pd provinciale, Massimo Costa, emergono altri scenari che delineeranno ulteriormente il quadro politico in casa Pd. Con ogni probabilità la presidenza del partito di Renzi a Napoli andrà ad Enzo Cuomo, sindaco di Portici ed ex senatore democrat. Ma non è tutto. Per chi non lo sapesse Cuomo è anche il riferimento numero 1 dell’area che fa capo all’ex Ministro della Giustizia, Andrea Orlando. Il primo cittadino porticese non aspetta altro nonostante le assenze “pesanti” agli ultimi appuntamenti politici. Su tutti quelli a Pietrarsa e all’Hotel Ramada. L’ex parlamentare desidera rilanciarsi definitivamente sul piano politico dopo la mancata riconferma nelle fila del Pd per le prossime Politiche e la poltrona della presidenza in salsa dem sembra essere una grossa opportunità fatta su misura per lui. Dinanzi a questo scenario, tutti si chiedono che fine faccia l’altro competitor di Costa alla segreteria metropolitana. Tommaso Ederoclite. L’esponente del Comitato 30 attendeva un riconoscimento politico dopo la partita legata al congresso. Ma la questione legata al sindaco di Portici rischia di escluderlo, a questo punto, dalla trattativa per l’ambito incarico politico. Un vero “schiaffo” che obbligherebbe Ederoclite ad una presa di posizione nei confronti dell’ala maggioritaria della sezione napoletana dopo essersi trovato col classico cerino in mano. Un nuovo capitolo arricchisce, quindi, il racconto tragicomico del Pd sulla scia del peggior congresso della storia.

Comments are closed.