Liberi-Uguali: Bassolino, sinistra inclusiva, non settaria

2 min read

“Sono mosso da spirito positivo e sono pronto a dare una mano, vedremo in che forme questo sarà possibile”.

Antonio Bassolino, che dopo non aver rinnovato la tessera del Pd domenica scorsa ha partecipato a Roma alla costituzione di “Liberi e Uguali”, a cui hanno dato vita Mdp, Sinistra Italiana e Possibile, conferma “di essersi trovato bene insieme a quello che e’ una parte del mio mondo”, ma sul percorso appena avviato pone alcune condizioni rilevanti.

“Vediamo come si metteranno le cose – spiega l’ex sindaco di Napoli e governatore della Campania in una intervista all’emittente Telenostra di Avellino – e in che forme posso dare il mio contributo per cercare di allargare, con spirito aperto, le forze. Se invece dovessi vedere che le mie idee per un largo centrosinistra, una sinistra moderna, non settaria, con mentalità di governo, che abbia radici nel mondo del lavoro dovessero trovarsi a disagio, allora vedremo. Il cammino insieme dipenderà da tutto questo”.

Bassolino, nel confermare di “essere mosso da spirito positivo”, ricorda di “provenire da un mondo molto largo, come era il Pci, come e’ stato l’Ulivo: voglio lavorare per creare insieme a tante altre forze un centrosinistra molto largo”.

Comments are closed.