Home Cronache Napoli, da 30 anni risolve i problemi di parcheggio. L’abusivo come Mr. Wolf

Napoli, da 30 anni risolve i problemi di parcheggio. L’abusivo come Mr. Wolf

4 min read
0

Di Arnaldo Capezzuto

C’è più di un cartello che perentorio ordina : “Divieto di sosta”, “Passo carrabile”. E proprio sotto agli avvisi è piazzata una bella sedia in legno di proprietà dello storico parcheggiatore abusivo della zona.

Benvenuti in corso Meridionale, quartiere Vasto, Napoli, Italia, Europa. Lo spazio antistante l’importante ufficio postale è il quartier generale di un guardiamacchine con i capelli bianchi che staziona da decenni lì.

Non si muove auto o scooter se non è lui a deciderlo. Tutti lo conoscono anzi senza il suo prezioso ‘lavoro’ il caos in quella zona sarebbe micidiale.

Insomma, un piccolo Mr. Wolf come nel film Pulp Fiction di Quentin Tarantino, specializzato nel risolvere i problemi. In questo caso, grattacapi legati alla sosta temporanea e al parcheggio che nella metropoli all’ombra del Vesuvio equivalgono a emergenze permanenti.

Con il cappellino con visiera e gli zoccoli al piede, questo parcheggiatore a modo suo collabora per migliorare la viabilità del caotico corso Meridionale e contribuire a dare un ordine alla sosta selvaggia dei veicoli.

Se poi per varcare l’ingresso dell’ufficio postale e recarsi agli sportelli occorre strisciare tra le lamiere delle auto sistemate millimetricamente è solo un particolare di poco conto. Nessuno ci fa caso. Alcun fastidio. O meglio un fastidio tollerato dalla maggior parte degli utenti.

Certo c’è sempre qualcuno che si lamenta. Accade per coloro che devono effettuare operazioni alla postazione del Bancoposta che a volte prima di accedere al terminale devono scavalcare auto sistemate in file strettissime. A volte le auto sono piazzate addirittura con il muso verso le porte ma accade proprio ‘eccezionalmente’.

Quando lo spazio antistante l’ingresso dell’ufficio postale è pieno, il marciapiede già occupato da una schiera di scooter, allora l’esperto guardamacchine ricorre alla seconda e terza fila. Accade in casi particolari e coincidenti con il pagamento delle pensioni oppure di qualche scadenza tipo Imu, rata rifiuti e tasse. 

Un incolonnamento di auto che in pochi minuti trasformano il corso Meridionale in una bolgia. Solo in quel caso, il parcheggiatore con tanti anni di mestiere oltre 30 sbuffando si alza dalla sua sedia e da perfetto vigile urbano fa defluire il traffico.

A proposito, giusto una annotazione, di caschi bianchi, al corso Meridionale non vi è traccia, tanto del resto c’è il parcheggiatore….

articoli correlati
Altri articoli by Redazione
Altri articoli in Cronache
Comments are closed.

Check Also

Colpo di scena Rosa Di Domenico, la 16enne sta tornando a casa

Di Umb. Rus. Rosa Di Domenico pare stia tornando a casa. La sedicenne ragazza di Sant’Anti…