Riciclaggio di auto rubate, in tre finiscono in manette

1 min read

Smontavano auto rubate e ne cambiavano i connotati. Sono stati i carabinieri della stazione di San Giuseppe Vesuviano ad arrestare per i reati di ricettazione e riciclaggio i fratelli Pasquale e Ferdinando Caldarelli, di 32 e 27 anni, e Francesco Ambrosio, di 52 anni.

I tre sono stati sorpresi nel garage del padre dei fratelli Caldarelli, nel rione Belvedere.

Quando i militari hanno fatto irruzione stavano smontando e riducendo a pezzi la Fiat 500 di una 43enne di Pescara, rubata qualche giorno prima, verosimilmente per vendere i pezzi come ricambi.

Per non fare scoprire l’origine della vettura si erano già disfatti delle targhe anteriore e posteriore e anche delle targhette di identificazione con il numero di telaio, tranne una, quella più nascosta, con la quale i carabinieri hanno potuto scoprire che l’auto era rubata.

Gli indagati sono finiti agli arresti domiciliari.

Comments are closed.