Visite per patenti non dichiarate. Così i professionisti evadevano il fisco

1 min read

 Avrebbero effettuato visite mediche per l’accertamento dell’idonietà psico-fisica per il conseguimento o il rinnovo delle patenti di guida ma non avrebbero dichiarato le somme percepite.

Sette medici di Napoli e di Ischia sono finiti nel mirino della Guardia di Finanza. Secondo i militari delle Fiamme Gialle i professionisti (alcuni medici di base e altri medici militari in pensione) avrebbero occultati i compensi: la posizione nei confronti del fisco non rispecchiava il numero delle visite effettuate dai medici.

Nell’ultimo triennio sarebbero state eseguite circa 154mila visite. E per gli uomini della Guardia di Finanza ci sarebbe stata un’evasione su un imponibile di circa 1,5 milione di euro.

Uno dei medici avrebbe effettuato circa 28mila visite: ammonterebbe a circa 450mila euro lo scostamento rispetto a quanto dichiarato. Tre medici, a seguito degli approfondimenti ispettivi, hanno invece ritenuto di accedere agli strumenti di compliance, sanando la propria irregolare posizione con l’amministrazione finanziaria.

Comments are closed.